Le terre di Tenuta Zicari vivono in un clima mite e tipicamente mediterraneo proprio delle zone costiere e pianeggianti. Offrono il calore e l'ospitalità della nostra gente, l'allegria e la vita che infondono i raggi del sole. La luce che si riflette sui muretti a secco tipici delle nostre campagne, sulla calce bianca della nostra masseria fortificata, e sul blu intenso del nostro mare ricco di vita e di scenari indimenticabili. Per le nostre terre non esistono i miracoli, bisogna coltivarla ogni giorno, lavorare, sperare e aspettare, senza esigere mai, i suoi frutti; bisogna coltivare bene e secondo i criteri più corretti e nel suo rispetto, ed allora i risultati non possono non venire. E quando arrivano, perché arrivano, allora si che si può gioire. Le terre di Tenuta Zicari si estendono tra Taranto, Cimino, Faggiano e Massafra. Ogni Vino proviene da un vigneto a lui dedicato. Ogni vigneto viene coltivato con la cura e le competenze tecniche necessarie per produrre, nel rispetto delle tradizioni, viti di alto valore. Il consumatore da qualche anno guarda sempre con maggiore interesse l'insieme territorio/vitigno per le particolarità gustative ed emozionali che ne riceve. Questo interesse stimola la Tenuta Zicari a trovare sempre maggiori connessioni tra l'ambiente pedoclimatico, il vitigno e la storia del territorio che necessariamente hanno l'esigenza di identificare, distinguere e difendere il suo prodotto con un riconoscimento forte come la denominazione di origine controllata. Inoltre anni di lavoro sul territorio, prove e confronti suffragate anche da importanti notizie storiche hanno evidenziato le particolarità analitiche e sensoriali che questo ambiente pedoclimatico imprime ai nostri vini.

Le uve provenienti da Tenuta Zicari cedono sensazioni caratteristiche al vino ben distinte, le loro caratteristiche unite alla vocazionalità storica del territorio alla vitivinicoltura, alle tradizioni locali e al carattere sociale ed antropico che riveste questa coltivazione per l'agricoltura locale, la rendono peculiare, rispetto al territorio. Infatti basse quantità di uve prodotte nei vigneti, l'utilizzo di varietà autoctone o ben adattate al particolare ambiente pedoclimatico unite a pratiche di cantina rispettose del prodotto permettono di ottenere vini di grande pregio che possono dare prestigio ad un'area storicamente vocata alla vitivinicoltura.

La terra è solo nostra
Il colore delle foglie
gli ulivi ritorti,
che gridano all'aria
il loro dolore
scagliando nel cielo
milioni di storie,
che sono familiari

La terra è solo nostra
E' se mai arrivassi
troppo tardi, penso,
mentre preparo un solco
preciso e profondo
o poto gli ulivi
Come se già fosse arrivata
La promessa attesa
Cosa farei per lei, dopo

Ho ritrovato la terra
come fosse un’amante
Una terra crudele,
dov'è impossibile resisterle,
pensando al futuro.
La terra è solo nostra